- NEWS

2 settembre 2019

I brand che hanno fatto la storia dell'hip hop

A Bathing Ape 

Nasce nel 1993 da un’idea di Tomoaki Nagao aka Nigo. Il suo obiettivo è sempre stato quello di guadagnare sempre più fama, oltre che diffusione, conquistando l'intero fashion planet, e non solo. Sono innumerevoli, invece, le collaborazioni che Bape ha consolidato insieme ad altri brand come Marvel, Nintendo, Undercover, Supreme, Casio e artisti come Wiz Khalifa, Pharrell, Lil Wayne e tanti altri. Un brand diventato popolare, dalle vetrine passando per i suoi flagshp per finire alle cover dei magazines in tutto il mondo. CURIOSITY / Il logo e il nome sono legati al film ”Il pianeta delle scimmie”, essendone Nigo un grandissimo fan.

bape

Karl Kani

Ispirato dalla sua passione per la cultura Hip Hop, a 16 anni, Carl Williams disegnava vestiti e apprendendo la tecnica dell’artigianato della Cross Colours scoprì ben presto di avere talento, grazie al quale riusciva a creare sorprendenti shapes da sfoggiare nei locali della città. Tutti notarono il suo particolare stile e iniziarono a chiederne di personalizzati. Presto si ritrovò a vendere i suoi capi alle partite di basket e fuori dai locali della nightlife. “Karl Kani” divenne one of the 100 richest Blacks in America nel 1996, secondo la rivista People.

CURIOSITY / Karl Kani ha spianato la strada a molti designer ed è il padrino dello stile urban nel mondo high fashion: è infatti conosciuto come “The Originator” in quanto è stato il primo ad impostare la tendenza di fondere l’Hip Hop con la moda.

karlkani

Kangol

Il veterano della Prima Guerra Mondiale Jacques Spreiregen ha fondato negli anni ’20 il brand Kangol. Inizialmente produceva cappelli per operai, giocatori di golf e soprattutto soldati. Nel giro di pochi anni aprì tre diverse fabbriche, diventando i principali fornitori di berretti alle forze armate durante la Seconda Guerra Mondiale. Negli anni '80, sopratutto nell’hip-hop community, entrarono come un fulmine a ciel sereno sulla testa dei big della scena, come Grandmaster Flash, LL Cool J, The Notorious B.I.G. e altri. I cappellini Kangol saranno sempre un evergreen. CURIOSITY / Durante la Guerra il “signature Kangol beret” è stato indossato dal Maresciallo britannico Bernard Montgomery.

kangol


© 2019 Plug-Mi all right reserved. Privacy.