- NEWS

25 settembre 2019

Le migliori collabo degli ultimi anni

Supreme x LV

Nella stagione A/W 2017 succede qualcosa di mai visto. Supreme e Louis Vuitton collaborano per la prima volta realizzando una Capsule collection di prêt-à-porter, accessori

e bijoux. Una nuova interpretazione della stampa Monogram si unisce al box logo iconico di

Supreme, valorizzando il motivo in tutta la collezione. È infatti presente sul classico denim

giapponese, sul jacquard camouflage e fil coupé, nei colori cognac e cioccolato che esaltano

la classica tela Monogram del lontano 1896.


Dior x KAWS

“Sì, sono il designer di Dior, ma lavoro per Dior. Prima di tutto, si tratta di loro; e poi di me,

che reinterpreto il tutto. Dior è un brand elegante, sofisticato e romantico” Kim Jones,

al suo esordio con la label Dior, ha voluto riportare in vita il logo simbolo di Dior Homme,

con l’aiuto dell’artista KAWS. Energia, divertimento, colore. Oltre ad un’ape

“emoji” su accessori, tees e non solo, KAWS ha creato per la sfilata un pupazzo alto dieci

metri: un mix tra Monsieur Dior e un personaggio da cartone animato. In braccio aveva

Bobby, il cagnolino del fondatore.


Polo Ralph Lauren x Palace

Un ritorno nella street culture per Lauren anche se, in realtà, da lì non è mai andato via. Co-

branding, ma pensato per non stancare, per non saltare troppo all’occhio: silhouettes

semplici e fabbricazioni in velluto. Ancora pantaloni, camicie a tema equestre che spezzano

col tartan, finendo poi agli accessori, un teddy bear che richiama il maglione della capsule. Il

risultato è stato sicuramente una vittoria per entrambi i colossi; Palace entra di diritto nel

mondo dell’high fashion, Ralph Lauren invece sonda il terreno per qualcosa di nuovo.

Chissà.



© 2019 Plug-Mi all right reserved. Privacy.