- NEWS

28 agosto 2019

Le most influential sneakers di tutti i tempi

CORTEZ / NIKE

La Nike Cortez, creata da Bill Bowerman e Phil Knight come modello running, e dotata di un sistema di ammortizzazione senza eguali, super leggera e resistente, è la chiave del successo del brand, almeno in parte. La scarpa fu presentata al pubblico al culmine delle Olimpiadi del 1972 e durante il primo anno di rilascio ha raggiunto 800.000 dollari di vendita. La sneaker ha un design semplice con lo SWOOSH sui lati e una striscia sulla parte inferiore della suola esterna. Per ridurne il peso Bowerman decise di usare il nylon al posto della pelle.

CURIOSITY / Le Nike Cortez sono quelle indossate da Tom Hanks in Forrest

Gump e da DiCaprio in The Wolf of Wall Street.

SUEDE / PUMA

Era il 1968. Tommie Smith, ribattezzato “The Jet”, vince l’oro nei 200 metri alle Olimpiadi stabilendo il record mondiale con 19”83. Sale sul podio e con John Carlos inscena una delle proteste più famose di sempre: capo chino e un pugno levato al cielo in difesa dei diritti del popolo nero. Nell’altra mano? Una Suede. Un boom stratosferico avuto anni ’70 continuato poi nella cultura degli anni ‘80: dai b-boys che ballavano la breakdance all’hip-hop newyorkese, arrivando ai colletti bianchi. La Suede è diventata un must-have indelebile nel tempo, l’icona di Puma.

CURIOSITY / Nel 1973, la Suede venne ribattezzata Clyde in onore del

giocatore di basket Walt “Clyde” Frazier.

SUPERSTAR / ADIDAS

Nata 1969, è stata soprannominata “shell toe”, “shell shoes” e “shell tops” per l’iconica punta in gomma. Le sue qualità tecnologiche e rivoluzionarie attirarono l’attenzione dei giocatori di

basket professionisti, tra cui Kareem Adbul Jabbar. La Superstar ha una silhouette che, negli anni, i consumatori hanno personalizzato secondo i propri gusti e la sua capacità di attrarre diversi tipi di culture giovanili ha fortificato lo stesso brand. Oggi, presenta una tomaia in pelle ecologica e liscia, tre strisce in tessuto e fodera, mantenendo l’iconica “shell toe”.

CURIOSITY / Negli anni '80 il gruppo hip-hop Run D.M.C. le rese un must-have

sul palco, indossandole senza lacci e con la tomaia spinta leggermente fuori. Prova lampante che stava succedendo qualcosa di grande sull’asse musica/sneakers.